domenica 25 marzo 2012

Paura d'amare



Dammi la tua mano
e accompagnami nel mio destino,
non sono i desideri a fare le Stelle
ma sono queste note d'amore
che liberano nel cielo punti di luce
e se due si amano
brillano di più...
Dammi la tua mano
ho paura della notte, ho paura di cadere...
non v'è abbastanza amore nel mondo
è tutto racchiuso nel mio cuore
ma sono stanco di accendere stelle da solo...
Dammi la mano, aiutami a farle brillare,
è così buio fuori e così duro il tuo silenzio
Sai... l'uomo ha paura dell'amore
preferisce odiare, è più facile...
la mia colpa è quella di amare
ed io ho bisogno di te per questo peccato...
dimmi amore, anche tu hai paura di amare?

Corrado
25/02/2012

giovedì 22 marzo 2012

Piangere




Piangere è come sorridere al contrario,
bagnare il viso di lacrime
per dissetare l'amore...

Piangere ha un nome
un volto
un suono
e silenzi
sguardi
e ancora silenzi...

Poi il fragore della vita,
frenetica fuga dove
dimenticarti sposa...

Piangere è come gocciolar diamanti
e raccoglierli uno ad uno
nascondendoli geloso...

Pianger per te non fa male
è un dono,
un giardino che nessuno sa,
una promessa,
un domani...

Piangere
è come sorridere al contrario
perché mai s'asciughi questo lago
ch'io chiamo Amore.

Corrado
22/03/2012

sabato 17 marzo 2012

Fino all'abisso



Nel ricordo di un sogno
presi il mio cuore e te lo donai,
in un cofanetto fatto di stelle lo incartai
ma di esso vedesti solo il cofanetto
ed ammirasti le stelle.
Tentando di afferrare l'effimero
lasciasti che l'abisso ingoiasse il mio cuore...
Io l'abisso l'ho vissuto dentro di me
ma ora sono più forte,
come un guerriero che ha combattuto le tenebre
nella ricerca della luce,
ho amato anime perdute
e assieme a me le ho salvate
per ritornare alle stelle...

Tu non lo sai cosa perdesti quel giorno
quanto grande era il dono
ed effimera la tua ricerca...
ma resta l'amore
ora non lo donerò più a te,
ne cingerò il collo di chi ha conosciuto l'abisso
e da esso è risalito come me!

Corrado
18/03/2012

giovedì 8 marzo 2012

Nulla



Io il mio mondo lo descrivo come solare
lo vorrei brillante e vivo,
lo vorrei come sei tu quando mi guardi così,
così come se mi desiderassi
ma poi, poi no...
perché non si può desiderare nulla in questo mondo, non si può più amare...
quando amare è sbagliato,
quando è così impossibile...
così distante da quello che si può realizzare,
restano forse lacrime, forse nemmeno quelle più.
Io vorrei dirtelo ogni secondo che l'universo ci concede,
pochi... pochi e immensi secondi...
io vorrei poterti dire che sei tu il sogno,
il mio sogno inquieto e impossibile.
E quando amarti veramente significa non desiderarti mia,
non volerti per l'eternità,
perché in quest'eternità io non ho nessun riparo da offrirti,
nessuna gioia,
nessun diamante o castello...
nulla che possa migliorare la tua vita ma solo catene da condividere...
quando l'amore è tacere sperando di poterti rivedere presto...
presto...
solo per avere ancora una ragione per andare avanti
e sperare un giorno di essere amato per quello che sono...
anche se sono nulla!
Vabbè,
scriverò altre poesie,
altri sogni dipingerò con la matita del cuore
e forse un giorno,
magari domani,
quella matita potrà scrivere le sillabe del tuo nome
gridandolo come un ti amo...

Corrado
08/03/2012

sabato 3 marzo 2012

Il circo




La vita è come un circo
e noi su di essa rotoliamo e saltiamo
come acrobati che danzano su fili invisibili
ed ostacoli da domare...


Io il mio circo l'ho racchiuso in poche briciole di pane
e le ho seminate
camminando a ritroso...


Io nel mio circo vorrei volare
e senza rete arrivare dove nessuno può raggiungermi
tranne chi mi ama...


Nel mio circo ho aperto le gabbie alle fiere feroci
poi ho pianto coi pagliacci
ai quali ho tolto il trucco...


La mia vita è come un circo senza tendone
senza spettatori paganti
senza falsi sogni ma drammi veri...


tu che passi nel mio circo ti prego non far rumore
non sai nulla di me... tu
non sai nulla di me!


Corrado
04/03/2012

giovedì 1 marzo 2012

L'orizzonte



Ti ho cercato in una spiaggia deserta
masticando i miei passi,
desiderandoti,
ma un orizzonte pieno di mare non è nulla senza di te...
se tu fossi qui con me
ti direi quelle cose che non so dire,
ti guarderei negli occhi fino a perdermi
e sussurrerei per non farti scappare
che il mio cuore vorrei strappare se non mi baci,
ti donerei le mie lacrime
e chiederei se ricordi quando ti pregai
di non sparire dalla mia vita...
poi ti prenderei per mano
desiderando un altro bacio soltanto...
poi forse mi sveglierei
chiedendo alla vita uno sconto di pena
per poterti rendere regina...
Ma Dio è sordo stasera
perché forse non ha mai amato
come io amo Te...


Corrado
02/03/2012